INTRAPRENDO: ecco com’è il bando di Regione Lombardia

Share
intraprendo
Il bando INTRAPRENDO, di Regione Lombardia, intende favorire la nascita di nuove imprese e il rilancio di quelle esistenti. L’obiettivo è accrescere le opportunità per la loro affermazione sul mercato.

L’agevolazione INTRAPRENDO consiste in una combinazione tra finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto. Sono ammissibili all’intervento finanziario progetti che comportino spese totali ammissibili uguali o superiori a 41.700 euro. Il contributo per il soggetto beneficiario sarà dal 60% al 65% del costo totale del progetto ammissibile, da un minimo di euro 25.000 fino ad un massimo di euro 65.000.

Possono presentare domanda i soggetti che hanno i seguenti requisiti al momento della presentazione online della domanda:

  • essere MPMI iscritte e attive al Registro delle Imprese da non più di 24 mesi;
  • essere aspiranti imprenditori che provvedano entro 90 giorni dal decreto di concessione del contributo ad iscrivere ed attivare nel Registro delle Imprese la Newco.

La durata dei progetti è fino a 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

Con INTRAPRENDO, sono considerate ammissibili le spese sostenute dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda, per investimenti funzionali all’avvio delle attività imprenditoriali (imprese e liberi professionisti) quali personale, beni strumentali, beni immateriali, licenze software, affitto locali, servizi di consulenza, scorte, spese generali nelle seguenti misure:

  • nuovo personale, fino a un massimo del 30% delle spese totali ammissibili;
  • acquisto di beni strumentali materiali nuovi o usati o noleggio (ad es. attrezzature, hardware, macchinari, impianti, arredi, veicoli commerciali leggeri);
  • acquisto di beni immateriali (ad es. marchi e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, licenze di produzione di know how e di conoscenze tecniche non brevettate, costi di prototipazione);
  • licenze di software nel limite massimo del 20% delle spese totali ammissibili;
  • servizi di consulenza o servizi equivalenti, non riferiti all’ordinaria amministrazione, fino a un massimo del 25% delle spese totali ammissibili;
  • affitto dei locali della sede operativa/luogo di esercizio, fino a un massimo di 12 mensilità di canone di locazione all’interno della durata di realizzazione del progetto;
  • acquisto delle scorte fino a un massimo del 10% delle spese totali ammissibili;
  • spese generali addizionali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili del progetto.

Il bando rimarrà aperto, sino ad esaurimento delle risorse, dal 15 settembre 2016 al 31 dicembre 2020  (o fino ad esaurimento della dotazione finanziaria).

Con Intraprendo, sono ammissibili solo interventi ubicati in Lombardia.

Per avere ulteriori informazioni e un primo contatto gratuito, contattaci cliccando qui oppure utilizzando la seguente form:

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

INVIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *