Mappe concettuali 2: un altro strumento bello, pratico e a costo zero

Share

In seguito alle svariate richieste che ho ricevuto in seguito all’ultimo articolo  che mi chiedevano ulteriori strumenti per la creazione di mappe concettuali, provo ad esaudire la richiesta con questo articolo che analizza appunto un altro tool da aggiungere alla nostra cassetta degli attrezzi digitali.

Come ho avuto modo di dire di altre occasioni è una buona idea utilizzare, laddove possibile, Google Drive perché è un sistema cloud potente, versatile e gratuito: perfetto insomma per chi si occupa di scuola. Con Google Drive e una serie di accorgimenti, accompagnati da una approccio innovativo otteniamo uno strumento davvero insostituibile per chi ha intenzione di fare didiattica digitale. Ne ho parlato, seguendo una logica pratica e passo-passo, per esempio in questo agile ebook dove spiego come sia possibile creare verifiche digitale che si autocorreggono e (volendo) inviano il risultato della correzione agli allievi (immagina quante ore risparmiate!):

Alla luce di queste considerazioni è chiaro il motivo per cui, tra i tanti strumenti, ho deciso di presentarvi DRAW.IOun sito, in Java, che permette di creare facilmente delle ottime mappe concettuali che si possono salvare direttamente in Google Drive  e quindi condividere, per esempio, con i propri allievi (non sai come si crea un sistema di scambio file? Nessun problema, ne ho parlato qui).

Come detto DRAW.Io si interfaccia con Google Drive e quindi bisognerà autorizzarlo a farlo:

Ovviamente questa procedura sarà necessaria solo la prima volta…

Una volta concesse tutte le autorizzazioni ti troverai davanti ad un pannello a tutto schermo semplicissimo ed intuitivo:

Scegli le forme più adatte e quando avrai finito (oppure i tuoi alunni avranno preparato la mappa concettuale che dovevano preparare per compito….) non ti resterà che salvarla attraverso il menù  FILE:

Il gioco è fatto: disponi adesso di uno strumento in più, facile, gratuito e potente da aggiungere alla tua cassetta degli attrezzi … Ne vuoi altri? Li trovi in questo ebook:

E’ chiaro che l’idea di fare delle mappe concettuali con uno strumento informatico (che può essere impostato in maniera collaborativa: insegnate/allievi ma anche allievi/allievi) si inserisce in un’idea più complessiva di didattica digitale che intende portare una ventata di innovazione nella scuola a beneficio fondamentale dei nostri allievi.
Come esito degli anni di ricerca e di prove ho prodotto questo manuale pratico in cui ho provato a spiegare in maniera chiara e semplici come poter avviare una vera didattica digitale:



Come sempre sono disponibile per qualsiasi chiarimento e per richieste varie:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *