Metti l’azione nelle mani del donatore e migliora la tua raccolta

Share

C’è un fatto, nella pratica del fundraising, che è sempre opportuno tenere in considerazione:

i donatori non donano per sostenere la tua organizzazione: donano per rendere il mondo un posto migliore, attraverso la tua organizzazione

E’ un dato di fatto che molte campagne di fundraising non sono concepite ed agite sotto questo principio (che ritengo fondamentale): spesso le campagne sembrano piuttosto voler mostrare ai donatori quanto l’organizzazione merita il loro sostegno.

Lo ribadiamo: la maggior parte dei donatori si preoccupa più dei tuoi beneficiari che della tua organizzazione e la tua organizzazione, per il donatore, aggiunge valore “al mondo” solo nella misura in cui riesce ad intervenire sui beneficiari.

Come si traduce, per noi, nella pratica questo pensiero?

Per esempio nel fatto che bisognerebbe evitare messaggi come questi:

  • aiutaci a continuare questo lavoro
  • sostieni la nostra missione
  • dona e consentici di continuare questo progetto

E’ meglio optare per messaggi che mettono l’azione nelle mani del donatore come, per esempio, il seguente:

  • dona per aiutare i bambini
  • salva i cani abbandonati

Questo, vedrai, potrà aiutarti davvero a migliorare l’efficacia della raccolta fondi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *