Temperatura e SATURAZIONE: come misurarli?

Share

Questo articolo non ha come oggetto nessuno degli argomenti che normalmente trattiamo.
Pensiamo però che sia il caso di fare un’eccezione in questo tempo disgraziato di coronavirus. Non siamo medici e non pensiamo nemmeno lontanamente di sostituirci a loro che, specialmente in questo periodo (unitamente a tutto il personale sanitario), sono veramente degli eroi.

Parliamo, anzi scriviamo, quindi perché nel nostro piccolo vogliamo provare a dare un contributo che si basa – purtroppo – sull’esperienza personale di chi ha amici, parenti e/o persone care incappate in questo maledetto COVID.

Durante l’infezione, ci pare di capire, si tengono controllati due parametri oggettivi:

  • La temperatura
  • La saturazione del sangue / L’ossigenazione del sangue

(ovviamente fermo restando tutti i sintomi ma questi due parametri sono quelli “numerici”, che si possono misurare). […]

Applicazione per misurare saturazione

Share

L’applicazione in questione, come spiegato nel precedente articolo, ci è stata consigliata da un amico pneumologo che la giudica attendibile e molto utile specialmente nel monitoraggio a casa della saturazione in questo disgraziato periodo di coronavirus.

Noi l’abbiamo provato (e la stiamo utilizzando) su Android ma le spiegazioni sono analoghe per Iphone.

Innanzitutto bisogna dire che l’app si chiama Icare Ossigeno e non si trova su Playstore. E’ necessario scaricare APTOIDE che è un altro store (oppure andare sul sito: CLICCANDO QUI).

 

[…]

Creare un sistema di scambio documenti digitali con gli allievi

Share

Google Drive è uno strumento strepitoso perché ti permette di costruire la base per una didattica digitale gratuita e di facile attuazione (sia dal lato studente che dal lato prof). Una delle migliori possibilità offerte dallo strumento in questione è quella relativa alle diverse modalità di condivisione dei documenti: ecco come utilizzarlo praticamente in classe. Leggi di piùCreare un sistema di scambio documenti digitali con gli allievi[…]

Google Drive in classe: le verifiche #4

Share

Continuiamo la serie di articoli su come Utilizzare Google Drive in classe. Siamo già al quarto esempio. Questo articolo è dedicato ad un argomento non semplice ma straordinariamente importante ossia la verifica. Sono consapevole di come questo sia un punto spinoso perché ci sono diverse correnti di pensiero su come dovrebbero essere, su quante dovrebbero essere e persino Leggi di piùGoogle Drive in classe: le verifiche #4[…]

Fundraising per rsa

Fundraising per RSA: un’opportunità da non perdere!

Share

Il fundraising per RSA è uno strumento che, nel nostro Paese, non viene sufficientemente implementato nonostante abbia delle grandi potenzialità confermate dai (pochi) casi pratici: ecco i risultati della nostra analisi Premettendo che nel nostro Paese, relativamente alle strutture di tipo sanitario ed in particolare alle RSA, non è semplice reperire dati sulle attività di Leggi di piùFundraising per RSA: un’opportunità da non perdere![…]

Google Cardboard: come portare la realtà virtuale in classe a costo 0

Share

Google Cardboard è davvero stupefacente e può essere utilizzato in molti modi davvero interessanti in classe: Cardboard si aggiunge agli strumenti a nostra disposizione per implementare una vera didattica digitale capace di migliorare davvero il nostro modo di fare lezione. Innanzitutto una domanda: cos’è Google Cardboard? Google Cardboard è un’app a firma Google [scaricabile cliccando qui] che permette Leggi di piùGoogle Cardboard: come portare la realtà virtuale in classe a costo 0[…]

Equilibrio tra insegnamento e tecnologia: è possibile arrivarci?

Share

Molti insegnanti si sentono minacciati dalla tecnologia (forse pensano che questa miri a “sostituirli”). Certamente, è un’opinione piuttosto condivisa che la maggior parte degli insegnanti, indipendentemente dall’età o dal livello di esperienza, nutrono dubbi sulla loro capacità di utilizzare (con successo) la tecnologia dell’aula. Tuttavia credo che sia altrettanto incontestabile che si debba riuscire a trovare un equilibrio tra la tecnologia e l’abilità di utilizzarla.

Consideriamo innanzitutto che la maggior parte della popolazione studentesca di oggi non ha mai conosciuto il mondo senza internet ad alta velocità.

I ragazzi utilizzano Internet come una fonte di informazioni, un luogo per socializzare e quindi non è strano pensare che possa diventare anche un posto per imparare ed ottenere un’istruzione formale. Pensiamo che gli insegnanti abbiano “bisogno di vedere la tecnologia come un altro modo per interagire con i loro studenti”. Quindi ecco alcuni consigli per trovare un equilibrio tra insegnamento e tecnologia.

La tecnologia non è sempre la risposta

[…]

Flipped classroom: 5 suggerimenti pratici per adottare questa metologia

Share

Hai fatto (o stai facendo) un grande passo avanti nel futuro dell’educazione e della didattica: hai capovolto la tua classe hai scelto la flipped classroom.

Quella della classe capovolta o flippled classroom è la “linea di pensiero” che sta mutando profondamente, forse addirittura rivoluzionando, il metodo di fare lezione: dobbiamo purtroppo ammettere che in Italia non è ancora così capillarmente diffusa ma in altri Paesi, europei e non europei, è una realtà ormai consolidata perché, effettivamente, pare produrre, laddove è ben implementata, ottimi risultati. Gli insegnanti assegnano del materiale didattico da studiare a casa tramite video, slide/presentazioni o letture guidate, aiutando quindi gli studenti a trovare il proprio […]

Pianificare la crescita: non è solo necessario ma anche possibile, ecco come

Share

I veri professionisti della raccolta fondi si sono ormai da tempo resi conto che, sebbene sia spesso trattata come un mito, come una sorta di unicorno, la pianificazione della crescita è reale, nel senso che è non solo  possibile ma anche fondamentale per poter migliorare e fare sempre di più.

La crescita può essere pianificata e quindi raggiunta

Abbiamo provato a mettere in fila 3 passi fondamentali per pianificare la crescita

Passo 1: conosci i tuoi dati (di raccolta fondi)

[…]

Perché gli insegnanti contano di più in una classe capovolta

Share
L’insegnamento riguarda fondamentalmente le interazioni umane e la tecnologia non può sostituirlo.

Una volta mi è capitato di assistere ad una discussione che intendeva stabilire se la diffusione su “larga scala” della metodologia della classe capovolta consentirebbe di assumere meno insegnanti. Ipotizzavano, i sostenitori di questa tesi, che se gli insegnanti sfruttassero i video nelle loro classi, avrebbero potuto gestire più studenti: sono rimasto […]