Photo Gallery creata con, da e per gli studenti: W la creatività!

Share

In questi ultime anni stiamo scattando un’infinità di fotografie: una quantità inaudita. Mai nella storia (anche in quella personale) abbiamo potuto produrre così date immagini.  Inoltre, grazie al cloud storage siamo in grado di salvare e condividere migliaia di immagini direttamente dei nostri smartphone.

Tutto ciò è stupefacente. Per noi ma non per i nostri studenti!

Nessuno di loro riesce a comprendere le attese strazianti che abbiamo sopportato dopo aver lasciato il rullino da fotografo: ve lo ricordate il rullino?!!

I nostri allievi hanno a disposizione, immediatamente, le foto che hanno scattato … e migliaia di altre: subito e facilmente. Questa è la semplice realtà a cui, volenti o nolenti, dobbiamo adattarci. Possiamo farlo in due modi:

  • resistendo come dei dinosauri in attesa dell’estinzione
  • adattandoci ed evolvendoci

Appare chiaro quale sia la prospettiva migliore!

Dobbiamo imparare a sfruttare la realtà, dobbiamo cavalcarla e portarla in classe in modo da poter accedere più facilmente alle coordinate mentale dei ragazzi. Dal momento che i nostri studenti sono già schioccando migliaia di immagini, cerchiamo di trarre vantaggio da questa abitudine e utilizzarlo nelle nostre aule.

Ecco tre ragioni per creare e mantenere una Gallery fotografica con gli studenti

1.Questione del Copyright
Utilizzare un Google Drive, Dropbox o un altro servizio cloud potrai creare e mantenere con e per gli studenti una galleria di immagini a cui potranno accedere per l’uso nei loro progetti multimediali. Chiedi agli studenti di produrre immagini che in linea ai temi che si scegliete. Ad esempio, si potrebbe avere un tema su natura e animali e chiedere agli studenti di aggiungere immagini che corrispondano a quel tema. Per individuare il tema create delle cartelle e condividetele con i vostri allievi. Come si fa? L’abbiamo spiegato qui e qui.

Se siete preoccupati per upload/caricamenti inadeguati, moderateli! Come? Facile, utilizzando DropItToMe per caricare i file degli studenti in una cartella non pubblica e successivamente passarli in una pubblica. E’ molto semplice utilizzare DropItToMe, puoi facilmente imparare dando un’occhiata a questo video:

2. Aiutare nella scrittura
Chiunque abbia mai insegnato, per esempio, Lingua Italiana (ma non solo) vi dirà che una delle sfide perennièquella degli studenti che dicono “Non ho nulla da scrivere” quando si dà loro un incarico di scrittura creativa. Avere una galleria di immagini da sfogliare in sicurezza può essere davvero un aiuto in quelle situazioni.

3. Illustrazioni Concept.
La matematica e la scienza sono tutte intorno a noi. Invita gli studenti a scattare foto che possono essere rappresentative di concetti matematici o scientifici. Mettendo quelle immagini in una galleria condivisa si da a tutti gli studenti la possibilità di imparare dal lavoro degli altri.

 

Ci muoviamo nel campo dell’innovazione ed è necessario, per poter svolgere al meglio il nostro delicato lavoro di insegnanti, creare ed applicare metodologie nuove che implicano strumenti nuovi. Noi, da anni, ci stiamo provando e siamo felici dei risultati che otteniamo (insieme a tutti quelli che si muovono in questo orizzonte).
Abbiamo voluto condensare ciò che abbiamo osservato, scoperto e messo in pratica in questi ebook (che costano davvero poco ma che consentono davvero grandi progressi e migliorie), così da dare a tutti i colleghi la possibilità di progredire e migliorare.

Eccoli:

 

 

Un approccio pratico sostenuto da una solida base scientifica e sperimentale che crediamo possa essere d’aiuto a molti: sia a chi inizia e sia a quanti hanno già imboccato la strada.

Gli ebook spiegano tutto quello che serve sapere e su quali strumenti (tutti gratuiti) dotarsi. Nascono da circa due anni di prove e sperimentazioni ed è il distillato di tanta esperienza. Serve per fare.

Sono testi agili che ti spiegano, passo passo, cosa fare: un how to fatto, finalmente, per chi (e da chi) tutti i giorni entra in classe …

 

Questo manuale operativo fornisce le direttrici per sviluppare al meglio le competenze digitali (non solo tecniche) degli allievi così da renderli, il più possibile, “consapevoli” nell’uso di strumenti che possono rivelarsi, nel bene e nel male, potentissimi e che certamente non possono essere demonizzati.

Si tratta di un manuale operativo per cui il lettore troverà al suo interno una cornice teorica di riferimento ma anche la descrizione d’uso di tutto quanto è necessario per iniziare, nell’arco veramente di pochi giorni, una rivoluzione digitale nel proprio insegnamento.

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

INVIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *