Star Trek a scuola ovvero come superare i limiti

Share

 

E’ sempre più chiaro che la tecnologia mobile (ovvero detto brutalmente soprattutto gli smartphone che ci portiamo in tasca ovunque andiamo) hanno modificato in maniera decisiva la nostra vita, a partire dalle piccole cose. E’ evidente allora che questo evento si ripercuote fortemente anche all’interno della didattica e, più in generale, della vita scolastica. Ne abbiamo parlato in diverse occasioni (per esempio qui e anche qui). Sappiamo bene che molti docenti, non senza ragioni, criticano questo fatto tuttavia, lo ripetiamo, è appunto un dato incontrovertibile ea nostro avviso è più saggio cercare di cavalcare l’onda piuttosto che provare inutilmente ad arrestarla avendo la certezza di finire mezzi affogati …

Il modo con cui oggi vi proponiamo di cavalcare l’onda è un sistema (davvero geniale) che serve per abbattere le barriere e i limiti che possono portare all’esclusione di alcuni nostri studenti e aiutarli a sviluppare una maggiore autostima e una più marcata autonomia.

Vi ricordate, in Star Trek, quando con il comunicatore che veniva portato come una spilla sul petto i navigatori potevano comunicare con il computer, tradurre ed impartire ordini vari? Ebbene ci stiamo arrivando … e lo stiamo portando in classe.

Se nella tua scuola o classe è presente un allievo sordo o con problemi di udito (oppure se i genitori hanno problemi di udito) dobbiamo trovare il modo migliore per comunicare con lui e per metterlo nelle condizioni di comunicare con noi ebbene c’è un nuovo metodo di comunicazione chiamato Ava . Disponibile sia per iOS e Android, Ava consente alle persone non udenti di visualizzare il testo delle conversazioni intorno a loro oppure in una comunicazione 1 a 1.

Per avere un’idea più precisa di come funziona, dai un’occhiata a questo video:

Il primo mese il servizio è gratuito, successivamente si avranno a disposizione 5 ore mensili. L’abbonamento con un tempo di utilizzo illimitato costa meno di un caffé al giorno.

Questo post non vuole essere una pubblicità ad AVA ma uno stimolo e un contributo ad una discussione più ampia circa il contributo che le tecnologie digitali e la didattica digitale possono dare alla scuola migliorandola. Per inciso questa app mi è stata segnalata da un mio studente con problemi di udito, lui dice che gli ha cambiato la vita! Quindi, se a qualcuno/a il post dovesse apparire come una pubblicità me ne farò una ragione perché, magari, può cambiare in meglio la vita di altri ragazzi.

Si tratta, come sempre, di quanto si vuole migliorare e far progredire l’insegnamento nel nostro Paese. Pensiamo, per tutte le ragioni che abbiamo più volte espresso (e che puoi trovare per esempio qui). Per questo Abbiamo voluto condensare ciò che abbiamo osservato, scoperto e messo in pratica in questi ebook (che costano davvero poco ma che consentono davvero grandi progressi e migliorie), così da dare a tutti i colleghi la possibilità di progredire e migliorare.

Eccoli:

 

Un approccio pratico sostenuto da una solida base scientifica e sperimentale che crediamo possa essere d’aiuto a molti: sia a chi inizia e sia a quanti hanno già imboccato la strada.

Gli ebook spiegano tutto quello che serve sapere e su quali strumenti (tutti gratuiti) dotarsi. Nascono da circa due anni di prove e sperimentazioni ed è il distillato di tanta esperienza. Serve per fare.

Sono testi agili che ti spiegano, passo passo, cosa fare: un how to fatto, finalmente, per chi (e da chi) tutti i giorni entra in classe …

 

Questo manuale operativo fornisce le direttrici per sviluppare al meglio le competenze digitali (non solo tecniche) degli allievi così da renderli, il più possibile, “consapevoli” nell’uso di strumenti che possono rivelarsi, nel bene e nel male, potentissimi e che certamente non possono essere demonizzati.

Si tratta di un manuale operativo per cui il lettore troverà al suo interno una cornice teorica di riferimento ma anche la descrizione d’uso di tutto quanto è necessario per iniziare, nell’arco veramente di pochi giorni, una rivoluzione digitale nel proprio insegnamento.

 

 


Contattaci quando vuoi: ci fa davvero piacere!

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

INVIA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *