Come sarà lo studente di domani? Scoprilo!

Share

Proprio come la figura del docente è cambiato passando dall’essere un saggio sul palco al diventare una guida al fianco così sta cambiando anche la figura dello studente: per questo vale la pena provare a dare un’occhiata a ciò che, a breve, sarà.
Oggi potremmo chiamare techie questi primi allievi di domani che già talvolta siedono nelle nostri classi ma domani potrebbero già diventare la maggioranza.

Questo studente non è più un osservatore passivo del suo viaggio di formazione, in attesa di un insegnante per diffondere la conoscenza che darà forma al suo futuro. Lo studente di domani si prende cura del suo apprendimento, passa al setaccio le opzioni disponibili e sceglie ciò che funziona per loro, accetta la responsabilità per il suo progresso come una delle parti interessate nel processo di crescita, si adatta a cambiare in base alle esigenze. Il nuovo studente cerca rigore nel suo ambiente di apprendimento e raccoglie la sfida quando richiesto.

Questo studente del futuro si aspetta di collaborare, condividere, pubblicare, contribuire e partecipare a una comunità di studenti.

In alcuni casi, il futuro è già arrivato!

Che è tutto ciò che significa? Aggiungiamo dettagli.

Utilizzare la tecnologia

Anche se gli insegnanti possono sentirsi sopraffatti di continui cambiamenti nella tecnologia (e talvolta lo sono anche gli studenti!) bisogna rilevare che saranno innanzitutto gli allievi quelli che potranno beneficiare della tecnologia: quindi inizieranno a comprendere la sua importanza a sostegno dei loro obiettivi educativi. Ciò significa che decideranno:

  • quale programma o strumenti funzionano meglio per i loro obiettivi
  • come decodificare strumenti che facilitano il loro apprendimento, anche se non hanno li hanno mai usati
  • come auto-valutare le conoscenze

All’inizio della loro carriera accademica, gli studenti utilizzano già una vasta gamma di strumenti web che soddisfano le esigenze diverse di pubblico, compito e lo scopo. Inoltre, imparano nuove in base alle esigenze.

Il tuo lavoro di docente, in futuro sarà quello di responsabilizzare gli studenti, mostrare loro le applicazioni migliori per la conoscenza, aiutarli a valutare l’impatto sulle loro vite: dovrai saper fornire opzioni.

Il loro futuro dipenderà dalla loro capacità di fornire scelte!

Parla di tecnologia

Se gli studenti vogliono diventare gli studenti del 21 ° secolo, ma non capiscono il significato di termini come ‘upload’, ‘nuvola’, ‘icloud’, ‘pubblicare’, che non riusciranno a raggiungere il loro obiettivo. Dovranno usare questo linguaggio specifico nel dominio nella loro vita quotidiana e nei loro sforzi di formazione. Non stiamo parlando da smanettoni: è un’altra logica. Si tratta di usare il vocabolario corretto esattamente come i termini specialistici di matematica e scienze.

Prosperare nel mondo digitale

Gli studenti, in futuro, saranno buoni cittadini digitali. Essi capiscono che su internet, non sono anonimi, che il cittadino digitale gode degli stessi diritti e responsabilità della sua versione fisica. Certo ci saranno ancora bulli, ma non più di quanto si può vedere in un parco giochi. Il mondo virtuale reale come lo è quello fisico oggi.

Essere risolutori

Gli studenti probabilmente cercheranno di risolvere autonomamente i problemi tecnici non aspettandosi l’intervento immediato di un insegnante o di un tecnico. Useranno strategie di problem-solving strategie come:

  • Utilizzare gli strumenti a disposizione per risolvere un problema
  • Osservare e raccogliere dati
  • Cercate di risolvere i problemi prima di chiedere aiuto
  • Pensare logicamente
  • Mai dire ‘non si puo’
  • Applicare il ragionamento induttivo
  • Scindere un problema in parti più semplici
  • Distinguere le informazioni tra rilevanti e irrilevanti
  • Disegnare un diagramma
  • Provare e verificare
  • Osservare i modelli
  • Tradurre i dati in linguaggio matematico
  • Provate, fallire, provare di nuovo
  • Utilizzare congetture e prove per sviluppare regole e procedure
  • Usa ciò che ha funzionato in passato,
  • Lavorare a ritroso

Imparare non tradizionalmente

Le lezioni saranno disponibili online così come di persona. Se gli studenti non potranno andare a scuola, parteciperanno attraverso una classe interattiva in tempo reale.

Le classi saranno interattive.

Gli studenti potranno ascoltare, lavorare in gruppo, lasciare un commento, condividere con compagni e docenti ciò che hanno imparato. Con quali strumenti? Impossibile dirlo oggi, però qui troverai una bella selezione dei migliori strumenti (gratuiti!) per iniziare da adesso a scoprirlo.

€3.50 – Acquisto

Condividere le loro conoscenze

Gli studenti si aspettano che il loro lavoro sia condiviso con gli altri. Per questo sono importanti i blog, i forum, l’archiviazione cloud-based etc.

Gli studenti sono propensi ad assistere ed aiutare chi non comprende un argomento e sanno che, prima o poi, toccherà anche a loro: si aspettano di essere aiutati con gli stessi strumenti. E’ già così oggi! 

E’ chiaro che quello a cui stiamo puntando è un allievo ideale tuttavia pensiamo che sia giusto contribuire a rendere i nostri alunni le migliori persone possibili: per farlo bisogna iniziare già oggi ed è quindi necessario farlo con gli strumenti migliori. Abbiamo provato a metterli insieme all’interno di un percorso che ti permetterà di avviare una vera didattica digitale, fornendoti anche le coordinate mentali per riuscire a svilupparla autonomamente. Un testo che vuole essere un trampolino per fare un vero salto di qualità.

Oggi potrai scaricarlo a metà prezzo: 5 € (e solo da questo post)!

€5.00 – Acquisto

 


Per qualsiasi chiarimento, domanda o richiesta: contattaci!

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

INVIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *